Settecento romano. 
Reti del Classicismo arcadico

Mercoledì 17 aprile 2019, ore 17.00, presso la Biblioteca di storia moderna e contemporanea (Palazzo Mattei di Giove - Via Michelangelo Caetani 32, Roma), sarà presentato il volume Settecento romano. Reti del Classicismo arcadico, a cura di Beatrice Alfonzetti (Viella, 2017). Intervengono: Michela Di Macco, Giulio Ferroni, Marcello Verga. Coordina: Maria Antonietta Visceglia. Sarà presente la curatrice.

Locandina Settecento_romano_Alfonsetti_copia

Questo libro – nato da una ricerca d’équipe composta da letterati, storici dell’architettura, dell’arte e della musica – propone per la prima volta di unificare sotto la categoria di Classicismo arcadico tutto ciò che si crea ed elabora a Roma dalla fondazione dell’Arcadia in avanti. Non valida, ad esempio, per Torino, questa estensione permette di superare le viete periodizzazioni come la divisone per secoli fra Sei e Settecento o fra il primo e il secondo Settecento; e ci consente finalmente di intravedere la continuità, tutta romana, fra l’idea del bello di Bellori, la ragione poetica di Gravina, il recupero del tragico di Alfieri e Monti, tutti attivi, dall’inizio alla fine del secolo, proprio a Roma, accanto a Mengs, Füssli, Winckelmann, David.

Contributi di: B. Alfonzetti, N. Badolato, A. Bussotti, M. Caffiero, M. Campanelli, S. Caputo, R. Cioffi, A. Cipriani, V. Curzi, I. Delsere, A. Fabiano, M. Formica, V. Gallo, R. Gigliucci, J. Gutiérrez Carou, E. Oriol, F. Piperno, A. Quondam, O. Rossi Pinelli, A. Rostagno, F. Sinopoli, S. Tatti, P. Vescovo, M. Zammerini.

Locandina:Locandina_Settecento_romano_Alfonsetti.pdf

Servizi

Cerca

Login



Utenti on line

 19 visitatori online