Lavori in Corso

  • Gian Paolo Marchi (Università di Verona): Epistolario di Scipione Maffei

Celestino Garibotto, pubblicando l’epistolario maffeiano, si limitò a una scelta relativamente esigua di lettere; dal 1955, data di edizione dei due volumi, nuovi nuclei di lettere sono stati individuati in biblioteche sia italiane che straniere. Il progetto prevede la pubblicazione integrale di tutto il corpus.

  • Antonio Rocchi (Università Cattolica - Brescia): Lettere di Ippolito Pindemonte a Marianna Carminati Aleardi, tesi di laurea

La pubblicazione delle lettere del marchese veronese alla nobile concittadina aiuta a delineare il quadro storico culturale di Venezia e dei suoi territori dalla caduta della Repubblica al primo decennio di dominio asburgico.

  • Cristina Cappelletti (Università di Verona): Il carteggio Dionisi-Bodoni

Attraverso un fitto scambio epistolare, è possibile ricostruire le vicende editoriali della stampa di uno dei più noti dei volumi usciti dai torchi bodoniani, la Commedia, curata dall’illustre dantista veronese Giovan Jacopo Dionisi.

  • Fondo Bettinelli della Biblioteca Teresiana di Mantova. Progetto di catalogazione

Le schede dei manoscritti relativi a Saverio Bettinelli (1718-1808), elaborate da Giovanni Catalani con il software Manus, riguardano attualmente le lettere di alcuni dei numerosissimi corrispondenti del gesuita mantovano, e sono già consultabili on-line al sito http://manus.iccu.sbn.it/progetto.php. Sarà infine possibile trovare notizie di circa 7000 documenti epistolari, in buona parte inediti, concernenti personaggi anche di primaria importanza nell'ambiente culturale, non solo italiano, del XVIII secolo.

  • Valentina Gallo (Università di Verona)

Una bibliografia dei libri di lettere del Settecento. La bibliografia dei libri di lettere nasce dal tentativo di definire un genere sfuggente, che attrae nella propria orbita diverse funzioni dell'universo letterario del Settecento: critica, autobiografia, trattatistica, narrativa, ecc. Uno strumento che si spera utile a ridefinire alcuni generi limitrofi (il romanzo epistolare, il trattato, l'autobiografia) alla ricerca di nuove identità o di legittimazione nel sistema culturale del XVIII secolo.

Lettere dalla Svezia. Un fortunoso ritrovamento di lettere autografe di letterati del Settecento (di prossima pubblicazione) giungedai fondi librari svedesi a integrare carteggi ed epistolari di recente pubblicazione o a definire reti culturali e commercio librario nella seconda metà del XVIII secolo.

  • Claudio Chiancone (Laboratorie GERCI - Université Grenoble Alpes), Michela Fantato

Melchiorre Cesarotti. Epistolari. Da sempre considerato tra i monumenti letterari italiani del '700, l'epistolario di Cesarotti non ha conosciuto fino ad oggi che edizioni parziali, scorrette, talvolta censurate. L'opera raccoglie per la prima volta in versione integrale, cronologicamente ordinata, annotata e riveduta direttamente sui manoscritti, le circa duemila lettere dei carteggi cesarottiani (di cui quasi la metà inedite) conservate presso un centinaio di fondi pubblici e privati di tutta Europa. Grazie ad un paziente lavoro di confronto con testimonianze epistolari e memorialistiche del tempo, inoltre, la presente edizione offre, per la prima volta datate con precisione, svariate centinaia di lettere di Cesarotti giunteci senza data o trasmesseci da tempo con indicazione cronologica errata.

  • Pietro Metastasio

Lettere, edizione e commento. Progetto a cura di Alberto Beniscelli, Raffaele Mellace, William Spaggiari e Corrado Viola presentazione

Servizi

Cerca

Utenti on line

 26 visitatori online